Poiché Bitcoin Cash nasce come un fork di Bitcoin entrambi condividono lo stesso codice e proprio per questo gli indirizzi che vengono utilizzati per ricevere Bitcoin e Bitcoin Cash sono uguali.

Questi indirizzi vengono chiamati Legacy e cominciano sempre per “1”. Come potete immaginare questo ha causato non pochi problemi perché soprattutto nei primi mesi di vita di Bitcoin Cash, molte persone inviavano Bitcoin Cash a indirizzi Bitcoin e viceversa causando la perdita delle criptomonete.

Gli sviluppatori di Bitcoin Cash per risolvere questo problema hanno introdotto un nuovo formato di indirizzo chiamato CashAddr così da non far confondere gli utenti.

L’indirizzo CashAddr non è un nuovo indirizzo ma soltanto un modo diverso di rappresentare un indirizzo Legacy. Le persone che utilizzano Bitcoin Cash sono incoraggiate ad usare il nuovo standard ma sono liberi di utilizzare entrambi.

Se una persona a cui dobbiamo inviare Bitcoin Cash non dispone dell’indirizzo CashAddr e il nostro portafoglio non supporta gli indirizzi Legacy non c’è nessun problema, possiamo sempre convertire l’indirizzo Legacy che ci fornisce in CashAddr. Per la conversione possiamo utilizzare un convertitore di indirizzi, noi consigliamo di utilizzare quello di Bitcoin.com

Screenshot della schermata del convertitiore di indirizzi di Bitcoin.com
ESEMPIO

l’indirizzo che utilizziamo all’interno del sito per le donazioni è in formato CashAddr ma possiamo sempre convertirlo in un indirizzo legacy.

  • CashAddr: bitcoincash:qq3shwf7aa8658qsw8ga4fp7dx3srhvtru644x7ka0
  • Legacy: 14CJhHYVYhDB8S51Cfwwt7LX7k6oHGacwe.

Le donazioni in Bitcoin Cash arriveranno sullo stesso indirizzo del portafoglio.

È importante notare che il prefisso “bitcoincash:” fa sempre parte dell’indirizzo ma non è obbligatorio.